Ad Hanoi sono le ore: e la temperatura è di:

domenica 28 febbraio 2010

Notizia ai genitori ed agli amici

14 Dicembre 2009 - ore 17.30. Sto entrando a casa: non ho avuto neppure il tempo di inserire la chiave nella toppa che una forza distruttiva della natura, tra un pianto e l'altro di liberazione dopo tanti mesi di attesa, mi ha assalito abbracciandomi e baciandomi. Non ho potuto neanche dire "ciao", che dalla bocca di Luisa erano già uscite 7.500 parole (in 30 secondi) per raccontarmi tutti i dettagli della telefonata ricevuta (ho provato a fare come Fonzie che quando schioccava le dita faceva fermare tutti, ma purtroppo il mio fluido magnetico era in sciopero). Dovevamo adesso organizzarci per dare la notizia ai nostri genitori... prendiamo la telecamera perchè volevamo riprendere questo momento e far si un giorno MATHIAS potrà vedere e sapere tutto. In tutte e tre le tappe (genitori di Mickey con la zia, genitori di Luisa con nostro cognato, sorella di Luisa), ho lasciato ben volentieri che Luisa desse sempre la notizia ed ogni volta sembrava "Carramba che sorpresa": cominciava con grande calma per poi aumentare il ritmo e la cadenza del discorso fino a quando c'era l'apoteosi della notizia. E qui le reazioni sono state le più svariate, ma accomunate dalla grande gioia: pianti (dei nonni), incredulità (delle nonne), ed abbracci soffocanti (della sorella). E pensare che ancora non sapevano se era un bimbo o una bimba... l'unica notizia è che aveva 5 mesi. Il giorno dopo, invece, abbiamo cominciato a divulgare la notizia ai nostri amici e qui abbiamo avuto la dimostrazione che non siamo gli unici ad aspettare con impazienza MATHIAS.

Nessun commento:

Posta un commento